Palazzo pitti Florence

Scoprire Palazzo Pitti a Firenze

Firenze è il luogo di nascita del Rinascimento e ogni parte di questa città presenta occasioni per ammirare opere d'arte tra le più importanti al mondo. Alcune delle destinazioni turistiche più popolari di Firenze sono Palazzo Pitti e la Galleria Palatina. La costruzione di Palazzo Pitti fu commissionata dal banchiere Luca Pitti nel XV secolo e fu poi acquistato dai Medici per essere usato come residenza e come deposito del loro tesoro personale. Attualmente, il Palazzo Pitti dispone di quattro musei: il Tesoro dei Granduchi al piano terra, gli Appartamenti Imperiali e Reali e la Galleria Palatina al primo piano e il Museo del Costume e della Moda e la Galleria d'Arte Moderna al secondo piano.

Punti salienti di Palazzo Pitti

palazzo pitti firenze

1. Palazzo Pitti è stato costruito nel 1458 affacciandosi sul fiume Arno e inizialmente era la residenza del famoso banchiere fiorentino Luca Pitti.

2. Palazzo Pitti è il più grande complesso museale di Firenze: si estende su un'area di 32.000 metri quadrati suddivisi in molti musei e gallerie.

3. Durante la tua visita a Palazzo Pitti, potrai vedere alcune delle più famose opere d'arte d'Italia. Le varie gallerie ospitano più di 500 opere d'arte europea del XVII secolo esposti in bellissime stanze private.

4. Alcuni dei capolavori imperdibili del palazzo includono ritratti di Botticelli, opere di Fra Bartolomeo, Piero del Pollaiolo, Bronzino, Filippo Lippi e l'iconica Madonna con Bambino del 1514 di Raffaello.

Storia di Palazzo Pitti

Anche se Palazzo Pitti fu commissionato dal banchiere Luca Pitti nel 1458, fu successivamente acquistato da Cosimo I de' Medici e sua moglie Eleonora di Toledo come nuova residenza granducale nel 1550. Con questo cambio di proprietà, il palazzo divenne rapidamente il simbolo del potere dei Medici in Toscana. Il palazzo ha anche ospitato la corte di due dinastie: la Casa d'Asburgo-Lorena e i Re d'Italia di Casa Savoia, che abitarono il palazzo a partire dal 1865. Nonostante sia passato di mano in mano, Palazzo Pitti porta ancora il nome del suo primo proprietario, Luca Pitti.

La favolosa storia di Palazzo Pitti presenta una serie di leggende e colpi di scena. Si ritiene che Pitti, il primo proprietario, abbia preteso che le finestre di Palazzo Medici fossero più grandi dell'ingresso. L'architetto del palazzo ignorò la maggior parte delle convenzioni di architettura e di moda prevalenti all'epoca e realizzò Palazzo Pitti donandogli un'atmosfera relativamente austera.

Architettura di Palazzo Pitti

palazzo pitti storia

Palazzo Pitti è diverso da qualsiasi altro museo nel mondo ed è costruito principalmente con blocchi di pietra, un aspetto parzialmente ispirato alle antiche mura etrusche che dà al palazzo un aspetto austero e sinistro.

Per rafforzare la maestosità del palazzo, 7 aperture a testa d'arco sono state installate tre volte, per ircreare le geometrie di un acquedotto romano.

Questo sorprendente design ha resistito alla prova del tempo e la formula della ripetizione utilizzata per la costruzione della facciata è stata mantenuta durante le aggiunte operate al palazzo nei decenni che seguirono la costruzione dell'edificio principale.

L'architettura ha anche influenzato molte imitazioni del XVI secolo e rivisitazioni del XIX secolo. Nel suo nucleo, l'architettura del palazzo presenta una tecnica simile a quella di altri palazzi fiorentini con grandi pietre alla base e pietre più pregiate utilizzate per la cima.

Cosa fare a Palazzo Pitti

palazzo pitti firenze

Galleria Palatina

Situata nell'ala sinistra, la Galleria Palatina ha l'onore di essere la galleria principale di Palazzo Pitti. La Galleria ospita una collezione di oltre 500 dipinti rinascimentali che facevano parte delle collezioni private della famiglia Medici. Alcuni degli artisti presenti nella collezione di dipinti includono Pietro de Cortona, Tiziano, Peter Paul Rubens, Raphel e Corregio. Puoi esplorare Palazzo Pitti con una grande varietà di biglietti.

palazzo pitti interni

Appartamenti Imperiali e Reali

Gli Appartamenti Reali sono una suite di 14 stanze in totale dove la famiglia Medici ha vissuto durante i loro anni di dominio sulla scena politica fiorentina. Gli appartamenti sono stati arredati a partire dall'epoca dei Medici, ovvero fino al XIX secolo, con bellissimi oggetti da collezione e molte varietà di mobili antichi. Gli appartamenti ospitano anche ritratti dei Medici creati da Giusto Sustermans.

Palazzo Pitti

Tesoro dei Granduchi

Conosciuta anche come Museo degli Argenti, la Tesoreria dei Granduchi presenta stanze che erano originariamente utilizzate come appartamenti estivi della famiglia Medici. La galleria ospita anche il Tesoro dei Medici, una collezione di vasi in pietra semi-preziosa, ambra, avori e cristalli di rocca. Un'intera sezione del museo è dedicata all'esposizione di gioielli contemporanei insieme a collezioni del XVII e XIX secolo.

Palazzo Pitti

Galleria d'Arte Moderna

Nata dalla ristrutturazione dell'accademia fiorentina del 1748, la Galleria d'Arte Moderna presenta una favolosa collezione di dipinti e sculture del XIX secolo e del XX secolo. Anche se ci sono numerosi dipinti storici nella galleria, tra i più iconici ci sono i famosi paesaggi della Maremma di Giovanni Fattori, considerato tra gli artisti più importanti del movimento dei Macchiaioli.

Museo del Costume e della Moda palazzo pitti

Museo del Costume e della Moda

Precedentemente conosciuto come la Galleria del Costume, il Museo del Costume e della Moda si trova nella Palazzina della Meridiana adiacente all'ala sud di Palazzo Pitti. I lavori per il museo iniziarono sotto il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo nel 1776 e furono completati molto più tardi nel 1830 da Pasquale Poccianti sotto il Granduca Leopoldo II. L'edificio del museo prende il nome dallo strumento astronomico creato da Vincenzo Viviani nel 1699. Lo strumento può essere visto nel vestibolo dell'appartamento del Gran Principe Ferdinando de' Medici.

Palazzo Pitti a Firenze - Domande frequenti

Palazzo Pitti è aperto in questo momento?

Sì, Palazzo Pitti è aperto da martedì a domenica, dalle 13:30 alle 18:30.

Vale la pena visitare Palazzo Pitti?

Sì, l'antica residenza rinascimentale, Palazzo Pitti è ora sede del più ampio raggruppamento di musei di Firenze: una tappa obbligata per ogni visita a Firenze.

Quando è stato costruito Palazzo Pitti?

I lavori di costruzione di Palazzo Pitti iniziarono nel 1458.

Cosa posso fare a Palazzo Pitti?

Palazzo Pitti è un grande complesso di musei e gallerie imperdibili che ospitano importanti collezioni di dipinti, sculture e pezzi d'arte. Oltre a visitare i musei, si può anche passeggiare nel bellissimo Giardino di Boboli.